L’estate a Danisinni. Il lavoro continua

 

danisinni scuola 2

Con la chiusura delle scuole e la fine degli esami di maturità in città si respira già aria di vacanze, o comunque di smobilitazione. Il ritornello più abusato è sempre il solito: ne riparliamo a settembre. Qualunque tipo di impegno e di decisone importante e significativa è spostata in avanti, quasi che il tempo attuale, complice il caldo, ci impedisse di vivere oltre l’ordinaria amministrazione. Così dalle scuole alle parrocchie, dai mercati ai grandi magazzini, vanno diradandosi le attività, in attesa della nuova programmazione settembrina. Anche i posteggiatori abbandonano gradatamente il centro storico per trasferirsi nelle zone marittime, dove si trasferiscono lanche e auto che abbandonano il centro città.

Poche e lodevoli esempi fanno eccezione a questo andazzo e tra esse va certamente menzionata quella degli abitanti del quartiere Danissini. Un quartiere tanto centrale quanto ignorato da gran parte dei palermitani, che pur essendo annoverato tra quelli di frontiera, non merita quasi mai le prime pagine dei giornali, pur trovandosi a meno di mille metri da piazza Indipendenza. Il quartiere, piccolo per le sue dimensioni vive i vantaggi dell’isolamento, essendo sprovvisto di un bar, di un negozio di generi alimentari e qualunque tipo di esercizio commerciale. La vita si svolge nelle case che circondano una grande piazza, che per la verità è solo in grande parcheggio, ove al centro campeggia muta e impassibile la struttura che fu in passato il cuore pulsante del quartiere: la scuola materna “Galante”, da tutti chiamata “Pa maternità”. La struttura è stata chiusa 11 anni fa per motivi di pericolosità strutturale. Per i primi tre anni gli abitanti l’hanno difesa dai vandali. Poi quando si sono accorti che non interessava più a nessuno è andata alla malora.

Il motore e il cuore del quartiere è la parrocchia di Sant’Agnese dove una indomita comunità parrocchiale, guidata da fra Mauro Billetta, e sostenuta dalla locale Confraternita e dall’associazione Insieme per Danisinni Onlus” ha dato vita negli anni ad una serie di attività di servizio al quartiere, di cui tutti gli abitanti sono fieri.

Da alcuni giorni una nuova iniziativa ha coinvolto grandi e piccoli: la possibilità di riutilizzare gli spazi esterni della struttura della scuola materna per le attività estive dei bambini. E così in poco tempo con l’ausilio di Rap e Reset, gli abitanti e i tanti volontari delle associazioni che contribuiscono a tenere viva la speranza degli abitanti, hanno iniziato a togliere sterpaglie e immondizia, a dipingere con i colori dell’arcobaleno le inferriate ormai arrugginite del muro perimetrale e un enorme striscione verticale indica il nome del sito: “Pa maternità”. Ma la grande novità è un grande murales opera del pittore Igor Scalisi Palminteri che raffigura un bambino tra le braccia della mamma. Quello fu in affetti uno dei primi consultori della città luogo di incontro e aiuto per tante famiglie. Una banale infiltrazione d’acqua ne causò la chiusura momentanea che poi è divenuta definitiva. Più volte l’amministrazione comunale ha promesso di intervenire, ma neanche la visita del presidente del Senato qualche mese fa, ha fatto smuovere le acque.

Ora gli abitanti hanno deciso di procedere. Hanno iniziato col riappropriarsi degli spazi e di renderli agibili. Sembra che sia iniziato quello che altrove si chiama “tempo d’estate”. I bambini non sono più abbandonati a sé stessi per le strade; nei viali della struttura opportunamente ripuliti svolgono innumerevoli attività seguiti e accuditi da tanti volontari. Ma il pensiero di tutti è al futuro della struttura. “Occorreranno forse 50 mila euro – spiega fra Mauro – per fare un progetto che guardi al futuro, al futuro dei bambini e del quartiere. Abbiamo trovato chi lo fa ma dobbiamo trovare i soldi per pagarlo”. Intanto però i bambini hanno la prospettiva di vivere una bella estate e gli abitanti del quartiere possono tornare ad essere protagonisti del loro futuro. Certo la strada è ancora lunga, ma insieme si può. E a Danisinni insieme si è già fatto tanto.

 

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.