Piano City, Palermo. 60 concerti per tutti e dappertutto

Dal 5 al 7 ottobre Palermo sarà ricoperta di pianoforti: i suoni dello strumento “madre” si incastoneranno nei luoghi più belli e tradizionali, o negli angoli riscoperti della Capitale della Cultura 2018. Stiamo parlando di “Piano City”, manifestazione culturale che per il secondo anno a Palermo, dopo il successo dello scorso anno, ripropone la musica del pianoforte “solo” in un viaggio musicale lungo tre giorni in oltre 30 luoghi della città.

 

Tra i primi luoghi proposti dalla manifestazione la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo venerdì 5 sera che ci fa rivivere il rione storico della Kalsa, e la banchina della Cala all’alba di sabato 6, che ci fa riscoprire invece il carattere più profondo dell’antica “Panormus” (dal greco antico, “tutto porto”): il mare. Il percorso offre infatti due itinerari, uno affacciato sul mare e l’altro nel cuore della città, con concerti che si protraggono anche durante la notte.

 

Gli oltre 60 concerti in programma si snoderanno attraverso le zone di via Maqueda – Cassaro, i Cantieri Culturali alla Zisa, le Vie dei Tesori, nonché i quartieri di Brancaccio e Danisinni, non facendoci mancare i palazzi storici. Alla tastiera si alterneranno importanti nomi della scena italiana e internazionale, ma anche giovani talenti dei Conservatori, dell’Accademia di Imola, della Massimo Kids Orchestra. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e liberi: concerti nella città e per la città, a cui cittadini e turisti sono invitati a partecipare, in continuo “movimento”.

 

Si ascolteranno i generi più diversi, dal classico al barocco, ma anche pop, jazz, rock ed elettronica. La brochure è una grande e coloratissima mappa, con tanti appuntamenti da scoprire. Il festival è organizzato da Piano City Milano, dalla Fondazione Teatro Massimo e dal Comune di Palermo, in collaborazione con il Conservatorio di Palermo.

A inaugurare Piano City Palermo il 5 ottobre alle 20,00 allo Spasimo sarà Davide Cabassi, brillante pianista solista Top-prize winner  del prestigioso Concorso pianistico internazionale Van Cliburn; continua il pianista francese Nicolas Horvath nel Foyer del Teatro Massimo, eseguendo durante la notte tutta la produzione pianistica di Satie.

I concerti sul mare iniziano, come già detto, all’alba di sabato 6 sulla banchina della Cala con le musiche del compositore italo – turco Franscesco Tskayali; Marino Formenti invece a Mondello, sabato stesso inizierà al tramonto e finirà all’alba della domenica tra barocco, rock e musica araba. Il percorso sul mare continua quindi domenica 7 a Palazzo Forcella de Seta con Federico Bricchetto, Anna Moria Morici, Enrico Marsala e Brenda Vaccaro, e nel pomeriggio presso sulla Passeggiata delle Cattive, terrazza sul Foro italico, con Ricciarda Belgiojoso (direttore artistico), Elio Marchesini e Walter Prati, e sul Porticciolo di Sant’Erasmo con Maria Ausilia di Falco e Roberta Di Mario.

Il viaggio nel cuore della città si snoda invece tra via Maqueda e il Cassaro, a partire dal sabato 6 mattina all’interno del cortile della Questura con i talenti dell’Accademia pianistica Internazionale di Imola (Eleonora e Beatrice Dallagnese, Alessandro Marino), continuando presso la Biblioteca Centrale della Regione Sicilia con Francesca Stassi, Giusy Ines Tuttolomondo, Giuliana Arcidiacono.

La musica sabato prosegue nella splendida cornice della Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria con altri giovani (Chiara Volpes, Salvatore Mastrosimone), per poi spostarsi in serata all’aperto, in piazza Bellini, con Sandro Ivo Bartoli, Riccardo Randisi, Elpidia Giardina.

L’appuntamento al Cassaro sarà anche domenica 7 insieme a Fabrizio Grecchi con un omaggio ai Beatles. Sabato pomeriggio, nel Foyer del Teatro Massimo, si esibiranno i giovanissimi pianisti della Massimo Kids Orchestra, cui seguirà un progetto di musica sperimentale del Conservatorio “Scontrino” di Trapani.

Domenica 7 invece, sempre al Teatro Massimo, si esibiranno i talenti del Conservatorio di Palermo. Sempre domenica, in collaborazione con Le vie dei Tesori, presso palazzo De Gregorio si potranno ascoltare Eliana Grasso e Francesca Bandiera.

Le note dei pianoforti di Piano City arrivano anche a Danisinni, dopo il recente successo di “Elisir d’amore” di Donizetti eseguito dalla Fondazione Teatro Massimo tra i campi e gli allevamenti del quartiere, che negli ultimi anni è stato al centro di un’importante e ammirevole percorso di riqualificazione urbana e sociale: ad allietarne il cuore sarà domenica 7 alle 17,00 Marcelo Cesena, pianista e compositore brasiliano già più volte ospite a Palermo per diversi eventi musicali e culturali. La delicatezza del suo tocco sulla tastiera e la luminosità della sua persona offriranno, attraverso le musiche del grande Morricone e nella cornice agreste di Danisinni, uno spettacolo da non perdere.

Tra gli appuntamenti ricordiamo anche quello di domenica pomeriggio in piazzale Anita Garibaldi, in occasione dei 25 anni dall’uccisione di Padre Pino Puglisi, con Davide Santacolomba al pianoforte. E, ancora: Massimo Bentivegna a Brancaccio presso il Castello di Maredolce; Attilio Igino Puglialli davanti alla vetrata di Renato Gottuso dell’Intesa Sanpaolo; nel quartiere Ballarò, Vincenzo Parisi e Manuel Magrini; ai Cantieri Culturali, Diego Spitaleri, Rosario Lo Franco, Giacomo Cuticchio; all’Auditorium Pianoforti, Giovanni Conte e Ranieri Schicchi. Per non dimenticare la grande novità degli “House Concert”, concerti in appartamenti privati e palazzi storici tra Politeama e Albergheria. Chiude Piano City domenica 7 alla 21,30 Niklas Pashburg, nel cuore della Vucciria.

Un’iniziativa insomma piena di spunti, per tutti i gusti e per tutti i generi, che stimola ancora una volta la città, e soprattutto i cittadini, ad aprirsi all’ascolto ed alla contemplazione, non solo della musica, ma anche della bellezza della propria terra.

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.