Grid List

Il centro storico di Rometta è ubicato sulla sommità di un rilievo tabulare dai lati scoscesi e a forma pseudoesagonale, a circa 550 metri sul livello del mare. L’insediamento, intimamente legato alla particolare posizione morfologica, tende a ergersi e dominare il paesaggio circostante dalla piana di Milazzo e le Isole Eolie a Nord, e le cime della catena dei Monti Peloritani a Sud.

Basta poco per accorgersi che arriva Natale. Basta un papà che baci i fogli dei disegni fatti dai suoi figli colpiti da una rarissima sindrome gravemente invalidante a livello cognitivo. Quel gesto di tenerezza afferma inequivocabilmente che loro sono la cosa più preziosa dell’universo. Quel papà è come Dio nel Natale: si china sulla nostra nullità perché è la cosa più cara che ha.

Anche se dobbiamo seminare senza la pretesa di raccogliere i frutti, dobbiamo, rilevare come la conoscenza della vita dello zio Gregorio abbia già suscitato in molti sentimenti di apprezzamento e simpatia nei confronti di questo giovane che in tanti hanno iniziato ad avere come compagno di preghiera. Ma ciò che più conta è quello che sta generando nella nostra famiglia e in ciascuno di noi.

Sarà inaugurata mercoledì 27 febbraio 2019 alle ore 17,30 nella cripta della Chiesa di san Giorgio dei Genovesi (nei pressi di Piazza XIII Vittime) sede dell’UCAI, la mostra personale dell’iconografo e pittore Giovanni Caronia dal titolo: “L’oro dell’anima”.

In prima mondiale Marcelo Cesena eseguirà brani inediti scritti sulla sollecitazione provata dalla bellezza architettonica ed artistica del Duomo e dei suoi mosaici. La suite per pianoforte è costituita da 15 diversi brani musicali che insieme alle immagini dei cicli dei mosaici di Monreale percorrono la storia della Salvezza.

Il volume di Emanuela Mancino Il segreto all’opera, pratiche di riguardo per un’educazione del silenzio (2013) arricchisce sensibilmente la collana Accademia del silenzio, dell’editore milanese Mimesis. L’autrice pone sin dall’apertura una questione che interroga il rapporto che intercorre tra parola e silenzio, laddove la parola sul silenzio, aspetto apparentemente contraddittorio rispetto allo sguardo logico-razionale che il post-moderno normalmente assume come prospettiva unica del ‘dire’ o ‘non dire’, assume una nuova centralità e dischiude orizzonti di interpretazione finora inesplorati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.