Il jazz di Marc Copland a Messina per la Filarmonica Laudamo

Un evento straordinario domenica 5 novembre, al Palacultura, ore 18, nel cartellone della 97ª Stagione della Filarmonica Laudamo di Messina con l’unica data italiana del tour europeo autunnale del pianista jazz Marc Copland.

Marc Copland (1948) inizia la sua attività musicale a Philadelphia come sassofonista, insieme a Michael Brecker, suo compagno di scuola insieme al quale impara lo strumento con grande dedizione. Quindi, negli anni ‘60 Copland si sposta a New York, dove studia alla Columbia University e partecipa alla scena musicale della metropoli, suonando in piccoli club con John Abercrombie, Glen Moore ed altri, pubblicando anche l’album di culto Friends, che ottiene 5 stelle da Downbeat. Per ampliare gli orizzonti armonici, e poter comunicare più profondamente attraverso lo strumento, dal 1973, decide di cambiare strumento, e di dedicarsi esclusivamente al pianoforte. Nei successivi 10 anni Copland lavora in semi-oscurità come pianista a Washington D.C., perfezionandosi come accompagnatore di Randy Brecker, Bob Berg, Art Farmer, Eddie Harris, Tom Harrell, Blue Mitchell e tanti altri. A metà degli anni 80 si trasferisce a New York dove diventa un pianista molto richiesto. Storiche le collaborazioni con Gary Peacock e Paul Motian (e Bill Stewart) per il suo New York Trio, con il quale pubblicherà 3 cd con la Pirouet. Molto importanti anche le produzioni in duo con lo stesso Peacock, e con Dave Liebman, Greg Osby, Vic Iuris, Tim Hagans, e per due pianoforti con Bill Carrothers. Copland è così diventato probabilmente il più prolifico pianista del nuovo millennio, con oltre 40 dischi come leader e co-leader.

Marc Copland, sabato 4 novembre, alle 15, presso il Teatro V. E., terrà una masterclass per i musicisti della Filarmonica Laudamo Creative Orchestra, inserita nel percorso di perfezionamento dell’ensemble – formato da oltre 30 musicisti dell’area dello Stretto - già iniziato la scorsa stagione con Fred Hersch, Dave Burrell, Blaise Siwula, Rocco John Iacovone e che continuerà il prossimo marzo con Salvatore Bonafede per la prima mondiale di Animals Suite.

Il prossimo concerto al Palacultura Antonello, domenica 12 novembre alle ore 18, vedrà protagonista il celebrato David Trio. In programma musiche di Brahms e Arensky.

(Dal comunicato)

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.