A Palermo la IV Mostra di modellismo EffeModel

Anche quest’anno si è rinnovato il consueto appuntamento con il grande modellismo: si è infatti conclusa a Palermo, sabato 8 e domenica 9 ottobre, la due giorni dedicata all’arte modellistica che ha accolto la partecipazione di centinaia di modelli esposti, decretando, ancora una volta, il successo dell’esposizione (qui l’articolo sulla precedente edizione).

Questo evento, la IV Mostra espositiva & competitiva di modellismo Storico Statico, giunge così alla quarta edizione ed è stata organizzata come sempre con sapiente accuratezza da EffeModel, storico negozio di modellismo palermitano che quotidianamente diventa al tempo stesso luogo di ritrovo di appassionati cultori, di curiosi bimbi e di preparati collezionisti che, nei locali di via Zandonai, si scambiano pareri, idee e preziosi consigli; EffeModel il 24 giugno 2014 ha festeggiato il 25° anniversario di attività (qui l’articolo).

L’edizione del 2016 ha avuto come sede l’ampia ed elegante sala conferenze del San Paolo Palace che si è subito riempita di visitatori che per entrambi i giorni di apertura hanno preso visione dei tantissimi pezzi in mostra, conoscendo chi li ha realizzati e scoprendone i gusti e le tecniche ti costruzione.

Elencare tutto ciò che la mostra ha dato l’opportunità di ammirare è davvero impossibile, data la quantità e le differenze da modello a modello, ma sui tavoli, elegantemente rivestiti di stoffa blu, e nelle bacheche vi erano esposti oggetti delle due macro tipologie di modellismo, ossia statico e dinamico, ed appartenenti a praticamente tutte le categorie: ed ecco che fra lo stupore dei visitatori più piccoli e l’attenzione dei più grandi, vi erano treni, navi, barche, aerei, auto, camion, carrarmati e soldatini, ma anche monumenti costruiti con i classici mattoncini colorati e diversi diorami; qualche esemplare era animato e qualcuno stabile su un piedistallo, qualcuno illuminato a led e qualcun altro pazientemente dipinto a mano, ma tutto rigorosamente in scala.

Terminata la consegna e la sistemazione dei modelli avvenuta il venerdì pomeriggio precedente, la mostra è stata inaugurata sabato mattina e sin da subito tantissimi visitatori, molti dei quali provenienti da altre città siciliane e dal resto d’Italia, hanno riempito la sala analizzando e commentando ogni singolo pezzo esposto che, in quanto riprodotto artigianalmente e con passione, è sempre un pezzo unico e meritevole di attenzione.

Il sabato pomeriggio il programma si è arricchito di due momenti formativi ai quali tutti i presenti hanno potuto liberamente partecipare: Antonio Carnicella ha fatto da tutor per l’apprendimento dell’arte dell’assemblaggio e per le prime fasi di colorazione dei soldatini; a seguire Fabio Cuccia ha spiegato come sia possibile progettare un plastico ferroviario, indipendentemente dalle sue dimensioni o dalla sua complessità, con un software opportunamente configurato; l’ing. Cuccia ha infatti posto le basi per la realizzazione di un tracciato ferroviario mediante SCARM, Simple Computer Aided Railway Modeller, che mette a disposizione 150 librerie di oggetti e di modelli che, messi insieme dalla creatività e dalla fantasia, danno luogo di fatto ad infiniti layout, visionabili in una immediata preview in 3D e tutti concretamente realizzabili e con quali ci si può divertire vedendo transitare i propri convogli preferiti.

Madrina d’eccezione della giornata successiva, la domenica, è stata Daniela Merigo, responsabile della filiale italiana della Hornby, che racchiude in sé marchi quali Rivarossi, Lima, Airfix, Scalextric, Arnold, Pocher, Electrotren, Jouef, Humbrol e Corgi, tutti marchi prestigiosi che si impongono sul ricercato mercato modellistico.

Daniela Merigo e Carmelo Filippone hanno presentato in anteprima i due prototipi del nuovo modello di locomotiva GR.851, riproduzione in scala della locotender FS costruita tra il 1898 e il 1911; ai presenti è stato consegnato un coupon per facilitarne l’acquisto che sarà effettuabile dal mese di dicembre.

“Il nostro obiettivo”, ha detto la Merigo, “è quello di far conoscere e far capire quanto di bello e di profondo ci sia nel modellismo, che è una parte fondamentale della nostra cultura, cercando di far avvicinare soprattutto gli adulti ai bambini, per poter crescere e creare insieme delle personalissime realizzazioni”, raccontando come siano assolutamente lodevoli le iniziative poste in essere da Carmelo Filippone e da EffeModel tutta e che si sposano con il costante impegno del gruppo Hornby rivolto al mondo dei più giovani; fra le ultime iniziative del gruppo, ad esempio, vi è quella di collaborare con un istituto superiore di indirizzo elettro-meccanico della Toscana, che sarà impegnato nella progettazione e nella costruzione di un plastico ferroviario.

Daniela Merigo ha ricordato come la voglia di partecipare attivamente ad eventi come questo organizzato da EffeModel tragga la ispirazione proprio guardando gli occhi sognanti dei più piccoli che, mediante la loro manualità, la loro inventiva, la loro infinita fantasia, immancabilmente associata all’esperienza e alla guida di un genitore, fanno trasparire tutta la gioia che un modellino pensato e costruito da sé può restituire, proprio come un’autentica magia.

E la magia quindi si ripete annualmente con questa mostra che, con l’ausilio della Merigo, ha dato spazio al Premio speciale Airfix e come di consueto ha visto sfilare sul palco tutti i vincitori protagonisti della premiazione, momento conclusivo della giornata: tutti, sia grandi che piccini, felici per il meritato riconoscimento.

Fra le particolarità esposte gli aerei in scala 1:24, la collezione di caccia della seconda guerra mondiale, i figurini storici, i carrarmati in scala 1:6, il BAe Harrier GR9A in scala a:72Airfix e il mio plastico ferroviario modulare “Leonardo Da Vinci” nel cui tracciato transitavano diverse composizioni riproducenti convogli realmente in circolazione nella rete ferroviaria italiana, fra i quali il Rapido Aurora, il Rapido 965, i treni merci dotati di doppia bisarca, un Minuetto MD e un’automotrice E668 costituita da due elementi.

Ai partecipanti, ai quali sono state consegnate in base al merito ed alla tipologia di modello esposto, medaglie, targhe e coppe, sono andati gli affettuosi applausi di tutta la sala gremita di persone.

È terminata così questa IV edizione della Mostra di modellismo di cui tutti i partecipanti fra cui anche alcune associazioni e i visitatori hanno decretato il successo, rinnovando l’appuntamento all’anno prossimo con una tappa intermedia per la 26° Borsa di scambio che si terrà, sempre al San Paolo Palace di Palermo, giorno 27 novembre prossimo.


 

LUOGHI & STORIE - A Palermo la IV Mostra di Modellismo EffeModel

(ph. Carlo Guidotti)


 

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.