I trent’anni del Banco Alimentare nella testimonianza di don Pino Vitrano

 

don pino vitrano e francesco inguanti 2a

 

Tra gli enti assistiti dal Banco Alimentare a Palermo un posto di assoluta importanza spetta alla Missione di Speranza e Carità fondata da Biagio Conte. Infatti le due grandi iniziative benefiche hanno quasi la stessa età e nel corso degli anni sono state numerose le circostanze in cui insieme hanno testimoniato a tutti l’origine e il senso della mission che esprimono, pur in contesti e forme diverse.

Abbiamo posto a don Pino Vitrano alcune domande in occasione delle manifestazioni che la Fondazione Banco Alimentare ha messo in cantiere per ricordare i suoi trent’anni di vita.

Che tipo di sostegno ha avuto la Missione dal Banco in questi anni?

Lo Spirito Santo soffia e gli uomini in base ai propri carismi si mettono in gioco per realizzare una società che non lascia indietro gli ultimi. La Missione di Speranza e Carità nasce 27 anni fa, il Banco Alimentare 30 anni; due date quasi contemporanee per due opere nate, con dinamiche diverse per dare aiuto, speranza. La Missione nel corso di questi anni ha accolto decine di migliaia di persone, danno loro un tetto, tre pasti al giorno e la possibilità, tramite vari laboratori (dai terreni agricoli, all'elettricità) di imparare un lavoro e recuperare la speranza. Il cibo è sempre stata per la Missione un impegno quotidiano per sfamare tutti gli accolti (ora sono circa 1100) e l'aiuto del Banco Alimentare è stato prezioso per recuperare tanti alimenti con continuità.

Quale testimonianza ha avuto la Missione dal Banco Alimentare e cosa invece ha regalato la Missione?

La Missione ha visto nel corso di tutti questi anni la costanza, da parte del Banco, nell'aiuto alimentare, un elemento fondamentale quando ogni giorno devi fare mangiare tante persone. In un tempo in cui i finanziamenti pubblici finiscono ogni qualvolta che cambia l'aria politica è bello invece sapere di avere accanto una realtà che continua in ogni tempo a sostenerti, anche nei momenti più difficili Noi speriamo di avere regalato la creatività di Dio, dove si cerca di aiutare tutti senza limiti. Amare tutti come ama Dio con totalità.

C' è qualche fatto significativo che si può raccontare in questi anni?

La storia della Missione è tutta basata su fatti significativi, in cui ogni aiuto diventa strumento importante per quella persona. Il Banco nelle continue emergenze della Missione è stata sempre quella costante certezza su cui si poteva contare. Quella carezza di Dio che ti sostiene, che ti dice, anche nei momenti più difficili, sono con te.

Cosa ha sostenuto il Banco e la Missione in questi anni?

La Missione è stata sostenuta dalla provvidenza di Dio, dai tanti cittadini e benefattori che con generosità si fanno strumento di bene. La Missione ha aiutato tanti fratelli fragili e tantissimi sono diventati loro stessi aiuto per la Missione. Il Banco Alimentare ha avuto lo stesso ispiratore, il nostro caro Signore, è questo che gli ha consentito di raggiungere il traguardo dei 30 anni!

 

 

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.