Una piccola e una grande vittoria. La Mamy’S Club dona la Mamy’s House al Parco Uditore

Una piccola e una grande vittoria. Ecco come si può definire quanto accaduto domenica 28 maggio 2017 al parco Uditore di Palermo quando alle 11,30 è stato tagliato il nastro che ha inaugurato la Mamy’s House, una piccola casa in legno pensata e voluta per soddisfare due semplici ma necessarie esigenze delle mamme che usufruiscono del parco: un luogo adatto per allattare i propri piccoli e cambiare loro il pannolino quando se ne presenta la necessità.

L’idea tradotta e realizzata in pochi mesi si deve indirettamente alla piccola Vittoria, la figlia di Zaira Tarantino che nel febbraio di quest’anno si trovò nella necessità di cambiare il pannolino alla sua Vittoria di soli tre mesi. Si rese conto in un attimo che un luogo così bello ed accogliente per i bambini era sprovvisto di un servizio così semplice. Detto fatto: decise di donarlo, meglio di farlo donare, alla scuola che dirige e che si trova nel quartiere, la Mamy’S Club di Via Rinaldo Montuoro 7, che da sempre è un punto di riferimento stabile per le numerose famiglie che da ogni parte della città le affidano i loro bimbi. La mattinata si è snodata attraverso tanti intrattenimenti per i piccoli, regolarmente accompagnati dai genitori, che hanno iniziato assistendo e partecipando allo spettacolo delle bolle di sapone; c’è stato poi spazio per le sculture di palloncini; è stato anche attrezzato un laboratorio di manipolazione creativa; per tutti (ma solo i bambini, è stato opportunamente precisato) zucchero filato, caramelle e mashmallow. E poi ancora baby dance, truccabimbi e altre piccole attrattive che hanno fatto felici tanti piccoli, insieme ai tanti genitori compiaciuti e riconoscenti per l’iniziativa.

Altrettanto semplice la piccola manifestazione che ha preceduto il taglio del nastro. Erano presenti tra gli altri l’assessora comunale alla scuola e alla realtà dell’infanzia Barbara Evola, il consigliere comunale Salvatore Altadonna, il presidente del Consiglio di quartiere Fabio Teresi, il presidente regionale della Fism (Federazione e italiana scuole materne) Dario Cangialosi, il presidente della Cooperativa Sociale Parco Uditore Piero D'Angelo, che dal dicembre 2014 gestisce il parco come volontario insieme a tanti altri giovani e don Mario che ha benedetto la struttura.

Significative le sue brevi parole con cui ha voluto richiamare il significato della parola benedire, “che vuol dire – ha spiegato – dir bene, parlare bene di qualcosa o di qualcuno. Ed oggi c’è tanto bisogno di dir bene del prossimo, in una società in cui sembra vincere il dir male dell’altro”. Ed ha concluso: “Questa casetta deve ricordarci che tutti siamo benedetti da Dio, quanti siamo presenti oggi e tutti quanti, mamme e bambini, che ci verranno in futuro”.

L’assessora Evola si è richiamata nel suo indirizzo di saluto al principio di Sussidiarietà, spiegando come l’iniziativa della Mamy’s House sia un esempio concreto di collaborazione tra pubblico e privato sociale in tema di servizi sociali, auspicando che si diffonda sempre più lo strumento della convenzione tra strutture sociali educative e amministrazione comunale in questo importante settore. Dario Cangelosi ha rispeso il tema illustrando come la Fism da tempo sia impegnata per aumentare l’esperienza delle convenzioni tra scuole dell’infanzia e amministrazione comunale, proprio per offrire alle famiglie un servizio al tempo stesso di qualità ed economico.

La piccola Vittoria con un piccolo pianto ha ricordato che era giunta l’ora del pasto. Così mamma Zaira ha inaugurato la Mamy’s House, mentre gli altri bimbi più grandi si sono avviati contenti della bella mattinata trascorsa per la consumazione a casa del pasto domenicale.

 

p h logo 355

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.